Trasparenza amministrativa e partecipazione dei cittadini: incontro di Progetto Torino

Trasparenza amministrativa e partecipazione dei cittadini: incontro di Progetto Torino

Martedì 24 maggio 2016 alle ore 18.30, nei locali del Caffè Basaglia, via Mantova 34, avrà luogo un incontro organizzato dalla lista Progetto Torino su trasparenza amministrativa e partecipazione dei cittadini alle scelte di governo delle Città.

Gianguido Passoni, assessore e capolista di Progetto Torino, e Bruno Manghi, sociologo, ne discuteranno di questi temi insieme a tre docenti universitari (Paolo Biancone, Stefania Ravazzi e Francesca De Filippi) che, insieme alla Città di Torino, hanno contribuito a semplificare il rapporto tra cittadini e amministrazione.

Trasparenza e partecipazione sono al centro del programma del Sindaco Piero Fassino, in piena continuità con quanto realizzato negli ultimi 5 anni.
Una attenzione condivisa da Progetto Torino, che in fase di redazione del programma ha insistito per rendere questi concetti centrali nel programma della Torino di domani.

Rendere trasparenti i conti pubblici della Città e condividere tanto le scelte strategiche del Comune quanto gli interventi sui piccoli problemi quotidiani: una strada oggi resa possibile dall’utilizzo delle nuove tecnologie.
Grazie al Bilancio Deliberativo, al Popular Report e a MiraMap si è già lavorato per ridurre la distanza tra cittadini e istituzioni e ricostruire la fiducia. Il successo di questi progetti è la conferma che occorre proseguire su questa strada.

Per rendere credibili questi processi occorre coinvolgere soggetti indipendenti come le Università: su questi temi esiste una grande sintonia tra l’Amministrazione e le eccellenze accademiche della città. Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino sono interlocutori autorevoli, ma anche terzi e indipendenti. E questo è sinonimo di qualità e obiettività del processo che porta alla trasparenza e alla partecipazione

Su temi come questi non accettiamo lezioni da chi è sotto il sindacato oscuro di soggetti non identificabili e tantomeno democraticamente eletti (come recentemente emerso nella vicenda del Sindaco di Parma).
La rete non può trasformarsi in uno strumento di eterodirezione in mano a una azienda privata (la Casaleggio Associati): i processi decisionali che coinvolgono la rete sono credibili quando mediati da enti, pubblici e autorevoli, come le nostre Università.

L’incontro sarà l’occasione per approfondire il programma della coalizione di centro-sinistra su questi temi.

Cosa sono MiraMap, Bilancio Deliberativo e Popular Report in breve

MiraMap è un progetto che promuove l’innovazione sociale coinvolgendo abitanti e amministratori pubblici in un processo di segnalazione di problemi, risorse e potenzialità del territorio attraverso una piattaforma digitale collaborativa.

Elaborato dal Dipartimento di Architettura e Design (DAD) del Politecnico di Torino e promosso dalla Città di Torino con la Circoscrizione 10 – Mirafiori Sud, vede la partecipazione della Fondazione di Comunità di Mirafiori Sud ONLUS e del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Torino: un prototipo vincente che sarà esteso a tutta la Città di Torino.

Le segnalazioni inviate dai cittadini sono pubblicate su una mappa che raccoglie i dati geolocalizzati e le descrizioni delle risorse del territorio. Le segnalazioni pubblicate on line sono inserite nel processo di gestione delle segnalazioni dei cittadini, già in uso dalla Pubblica Amministrazione e costantemente verificabili tramite un intuitivo marker. Al momento dell’invio della segnalazione l’area attenzionata viene evidenziata in rosso; nel momento in cui il Comune interviene l’etichetta diventa gialla; a problema risolto si passa al colore verde, il tutto corredato da puntuali notifiche sulla email del cittadino.

Sperimentato con successo nel territorio della Circoscrizione 7, è in via di ampliamento anche sulla Circoscrizione 1. Anche qui, l’obiettivo è arrivare a coprire tutta la città.

Si tratta di un percorso di informazione e partecipazione per conoscere e discutere insieme ai cittadini circa le esigenze del territorio e dei progetti da avviare, finalizzato a realizzare progetti per un totale di 500.000 Euro.

Un documento chiaro e semplice, sul modello utilizzato dai Paesi anglosassoni, in cui viene analizzato e descritto nei dettagli l’intero bilancio della Città di Torino, in relazione ai servizi offerti, alle aziende, alle associazioni e alle fondazioni partecipate.

A fornire supporto pratico per la realizzazione di Popular è l’Università degli Studi di Torino, che ha lavorato sinergicamente con il Comune per offrire questo ulteriore servizio alla Città.

 

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Facebook/Progetto Torino

Twitter/Progetto Torino

Instagram/Progetto Torino

YouTube/Progetto Torino