Per una città della conoscenza e della cultura diffusa

Per una città della conoscenza e della cultura diffusa

Torino città educativa

Torino, nonostante la crisi economica e le difficoltà della finanza locale, crede nello sviluppo e nella necessità di offrire servizi per l'infanzia di qualità: 918 servizi per la prima infanzia ed un tasso di copertura della domanda potenziale per la fascia 0/3 pari al 37%. L’offerta dei posti nido deve ancora aumentare per dare maggiori opportunità alle donne di lavorare e alle bambine e ai bambini di frequentare servizi decisivi per il futuro successo scolastico. Il sostegno alle politiche formative e i servizi per l'infanzia, l'attrattività internazionale per studenti universitari, la creazione di offerta di lavoro di qualità per i laureati o dottorati internazionali, l’accoglienza di lavoratori stranieri, insieme all’offerta culturale e alla capacità di fare integrazione tra culture, sono le linee di sviluppo che Progetto Torino riconosce come prioritarie. Le politiche educative e la cultura diffusa sono il centro dei processi di cambiamento della città.

Torino e adolescenti

Torino deve esprimere una nuova cultura del lavoro e il cambiamento e la risposta alla crisi devono partire dalle ragazze e dai ragazzi torinesi, dalla loro formazione e dalla loro partecipazione ai percorsi decisionali. E’ necessario intercettare queste storie di vita e intesserle in tessuti rigenerativi di welfare, valorizzare le competenze individuali e tracciare meglio i percorsi soggettivi.

Torino città universitaria

L’Italia è il fanalino di coda dei paesi OCSE per numero di laureati. La Città ha lavorato in rete, insieme a tutti gli attori di Torino Città Universitaria, con molti tavoli di co-progettazione e di azioni condivise. Gli studenti internazionali in questi ultimi anni sono aumentati del 366% e quelli fuori sede del 122%, così come gli immatricolati agli Atenei torinesi, in controtendenza rispetto al resto del Paese, sono costantemente aumentati. Progetto Torino considera il profilo dell’alta formazione il futuro e una priorità l’aumento degli spazi didattici, delle opportunità per il diritto allo studio, e dei progetti volti a far scegliere agli studenti internazionali e fuori sede la nostra Città per viverci e lavorarci.

Torino e cultura

La vocazione turistica e culturale di Torino è ormai riconosciuta a livello internazionale, dal Festival jazz al nuovo allestimento del Museo Egizio, dal museo Ettore Fico alla Fondazione Sandretto. La Città deve però vincere una sfida: un sistema culturale realmente diffuso, meno legato al centro e agli eventi, con la creazione di spazi per produzioni indipendenti e con l'attrattività di immobili e aree dismesse a disposizione di artisti. È infine necessario riconoscere il ruolo delle librerie indipendenti,che hanno la capacità di cambiare un territorio e che sono fonte di sinergie tra istituzioni, scuole, biblioteche e associazioni che operano nei quartieri.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Facebook/Progetto Torino

Twitter/Progetto Torino

Instagram/Progetto Torino

YouTube/Progetto Torino